Nuova accelerazione per TechItalia a Londra

Novità in arrivo da TechItalia, con cui recentemente SeedUp ha sottoscritto un accordo di collaborazione. Il successo del suo primo spin off, il TechItalia:Lab, primo acceleratore italiano a Londra, ha consacrato TechItalia come la community più famosa di italiani che lavorano nel settore tecnologico a Londra. Una community di cui fanno gioà parte oltre 2000 professionisti ed il cui acceleratore è composto da oltre 90 mentor, advocate e tech influencer del ricco e potente mercato britannico.

Se anche voi volete testare il vostro business nel primo cluster digitale a livello europeo, operare un’espansione commerciale sul mercato inglese, raccogliere fondi oltremanica e confrontarvi con professionisti di caratura internazionale, potete iscrivervi entro il 31 luglio al prossimo programma di accelerazione previsto dal 10 settembre al 19 ottobre.

Il programma prevede:

spazio di co-working in centro a Londra (presso eOffice Rathbone Place)

accounting & legal

business development attraverso il supporto di un pool di oltre 90 mentors e advocates

masterclass tenute da esperti di settore

PR, accesso al network di Techitalia, che conta ad oggi oltre 2.000 italiani che lavorano nel tech a Londra

Demo Day e connessioni con Business Angels ed investitori istituzionali.

Per maggiori informazioni e per candidarvi entro il 31 luglio 2018, potete visitare direttamente il sito di TechItalia: cliccate qui

Collaborazione al via tra Circuito Felix e Seedup

Seedup e Circuito Felix hanno firmato in questi giorni un nuovo accordo per sviluppare sinergicamente forme di sostegno e di crescita per le aziende innovative campane. In virtù di tale accordo le aziende campane potranno avvalersi di un programma di sviluppo che le aiuti a velocizzare il loro accesso sul mercato di riferimento, essere competitive e creare un business efficace e duraturo.

Le startup campane potranno infatti avvalersi di un sostegno importante che risulta essere fondamentale soprattutto nelle fasi di sviluppo iniziale: da una parte Circuito Felix offre nuovi strumenti finanziari, dall’altro il programma di accelerazione di Seedup offre assistenza per affrontare al meglio le incombenze organizzative, operative e strategiche di una startup.

Cos’è il Circuito Felix

Il Circuito Felix fa parte di quel tessuto economico innovativo chiamato fintech, che sta rivoluzionando il mondo della finanza, affiancandosi e in parte sostituendosi alle banche tradizionali con servizi più innovativi, competitivi e meno costosi, attraverso la creazione di un sistema grazie al quale le aziende hanno strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari rispetto i tradizionali e senza interessi.

Una comunità di aziende fortemente radicate sul territorio coordinate attraverso una piattaforma digitale e supportate da professionisti focalizzati sulla creazione di nuove opportunità per le aziende  con l’obiettivo di valorizzare il tessuto socio-economico campano.

Il ruolo di Seedup

Seedup da parte sua è un acceleratore d’impresa fondato da imprenditori, professori universitari e società operanti nel settore della consulenza finanziaria che opera per favorire lo sviluppo di progetti ed iniziative imprenditoriali accelerandone lo sviluppo.

Offre servizi di assistenza e tutoraggio con lo scopo di supportare le startup ed i giovani imprenditori attraverso programmi di accelerazione, garantendo un fondamentale aiuto professionale nell’affrontare le incombenze organizzative, operative e strategiche tipiche delle giovani imprese.

Siamo decisamente entusiasti di questo accordo”, ha dichiarato Paolo Bernardo, Amministratore Unico di Circuito Felix, “l’obiettivo comune di Circuito Felix e Seedup è quello di aumentare le opportunità di crescita delle aziende innovative campane al fine di alimentare un modello di sviluppo economico per il tessuto produttivo locale che sia resiliente e duraturo. Questa comunione di intenti permetterà di guardare con entusiasmo ai prossimi passi della nascente collaborazione ed aprire numerosi scenari di lavoro in comune”.

Alberto Celentano, Ceo ed equity partner di Seedup, ha commentato a sua volta: “Sono particolarmente soddisfatto di questa nuova partnership che rafforza ed amplifica ancora di più il nostro network e le nostre possibili sinergie innovative con il territorio campano. Questo accordo è in linea con il nostro obiettivo di fare Open Innovation sul territorio tra aziende consolidate, come quelle costituite dai partner o facenti parte del network di SeedUp e quelle, numerose e prestigiose, iscritte nel Circuito Felix, e le nostre startup innovative, accelerate ed in partneship”.

Startup innovative, tempo di bilanci

Startup innovative in crescita in Italia

Le startup innovative italiane a fine 2017 avevano raggiunto un totale di 8.391 unità, con un incremento di 1.000 unità rispetto a fine giugno. Il personale coinvolto è cresciuto a sua volta di 45.000 unità tra soci e addetti (erano pari a 10.000 a fine 2016), mentre il fatturato totale ha superato i 761 milioni (oltre 35 milioni in più di tr mesi prima), con un valore aggiunto pari in media a 33 centesimi per ogni euro di produzione.

Il Mise conferma: le startup investono

I numeri, che fotografano una realtà in accelerazione, sono stati forniti dal Ministero per lo Sviluppo economico con la pubblicazione del consueto report trimestrale, realizzato in collaborazione con Unioncamere (se volete trovate l’originale qui). Interessante in particolare il dato del rapporto tra immobilizzazioni e attivo patrimoniale, pari al 27,24%, ossia 8 volte più elevato rispetto alla media delle società di capitali “tradizionali”: significa che le startup innovative (grazie a chi come SeedUp crede in loro e offre il proprio supporto, anche ma non solo finanziario) investono molto di più delle altre aziende italiane.

Un 2017 ricco di soddisfazioni per SeedUp

Se il 2017 si è chiuso con numeri confortanti a livello nazionale, anche noi di SeedUp possiamo dirci soddisfatti: tra i traguardi raggiunti, abbiamo avviato il programma di accelerazione di FoodexD (se volete scoprirne di più cliccate qui), sviluppato ulteriormente le partnership con l’Università Suor Orsola Benincasa, selezionato il progetto di Pigmento (sul quale è attualmente in corso la due diligence) al termine del contest Dall’Idea all’Impresa Green.

SeedUp: nel 1028 nuove partnership e progetti

In SeedUp il 2018 è appena iniziato, ma molte iniziative bollono già in pentola, tra cui nuove partnership con almeno un’altra delle startup finaliste del contest di cui speriamo di darvi presto conferma ufficiale, oltre all’atteso avvio di nuovi programmi di accelerazione, per cui vi consigliamo di continuare a seguirci, ad esempio tramite la nostra pagina su Facebook, per rimanere sempre informati sulle ultime novità. Se poi volete mandarci i vostri progetti di business, potete sempre farlo tramite il modulo che trovate nella pagina “raccontaci la tua idea“.

Dall’Idea all’Impresa Green: ecco i finalisti

Selezionati i finalisti del contest Dall’Idea all’Impresa Green

Sono stati giorni di continue riunioni, skypecall, incontri e approfondimenti tra i membri del CTS- Comitato Tecnico Scientifico di SeedUp e i componenti dei team che hanno inviato a SeedUp le più interessanti proposte di business collegate alla green economy, nella speranza di essere selezionati per la Elevator Pitch Competition finale del contest “Dall’Idea all’Impresa Green” che il prossimo 15 dicembre si terrà a Napoli, presso l’Università Suor Orsola Benincasa, davanti a una giuria e a una platea di esperti del settore, docenti, imprenditori, giornalisti e startupper.

Elevator pitch competition finale il 15 dicembre a Napoli

Alla fine, i progetti dal potenziale più interessante ed in linea con quanto richiesto dal bando, che pertanto sono stati invitati a Napoli per l’evento conclusivo, che si terrà il 15 dicembre p.v. dalle ore 15.30 presso l’Aula Villani nel complesso universitario di Suor Orsola Benincasa, che dell’iniziativa è partner e sponsor assieme ad Ambiente Spa e Italia Start Up.

I finalisti da noi selezionati e che sono stati in grado di confermare la loro presenza sono:

– AB.com

– Green Idea Tech

– MySarma

– Ooker

– Pigmento

– Piuturismo

– Sfreedo

– Your Desk

Per ora davvero complimenti e un “in bocca al lupo” a tutti. Se volete sapere come andrà a finire restate in contatto, anche attraverso le nostre presenze su Facebook, Twitter e LinkedIn.

Dall’Idea all’Impresa Green, il primo dicembre i finalisti

Cari aspiranti imprenditori, la prima fase del contest “Dall’Idea all’Impresa Green”, lanciato da SeedUp e dedicato a tutti coloro che hanno un progetto di green economy e vorrebbero vederlo sostenuto e accelerato, si è conclusa. Abbiamo ricevuto non solo un numero elevato di proposte, ma anche di buona qualità.

IL PRIMO DICEMBRE ANNUNCIO FINALISTI

Ora il nostro comitato tecnico scientifico è al lavoro per esaminare le proposte pervenute e stilare l’elenco definitivo dei team che avranno accesso alla fase finale, elenco che vi comunicheremo ufficialmente il primo dicembre sempre qui sul nostro sito oltre che attraverso i nostri canali social.

ELEVATOR PITCH COMPETITION IL 15 DICEMBRE

I team finalisti verranno poi valutati il 15 dicembre da una giuria di esperti nel corso dell’elevator pitch competition finale, che si terrà dalle ore 15.30 alle ore 18.30 presso la sede dell’Università Suor Orsola Benincasa, a Napoli.

RESTATE IN CONTATTO

In attesa di potervi presentare i progetti finalisti, a noi non resta che ringraziare ancora una volta e augurare buona fortuna a tutti coloro che hanno inviato la propria candidatura per il contest “Dall’idea all’Impresa Green”, dandovi appuntamento per il primo dicembre. Restate in contatto, a presto!

SeedUp e Suor Orsola Benincasa presentano contest “Dall’Idea all’Impresa Green”

Lunedì 9 ottobre u.s. è stata una giornata davvero speciale: SeedUp ha infatti avuto il piacere di partecipare a un incontro presso l’Università Suor Orsola Benincasa, a Napoli, per presentare il nuovo contest “Dall’Idea all’Impresa Green” che premierà con 10 mila euro di seed (in cash e service) il migliore tra i progetti imprenditoriali collegati a tematiche della green economy che disputeranno la finale della call il prossimo 15 dicembre.

Come fare per partecipare al contest

Se siete un team informale, una startup costituita da non più di 18 mesi o una società che vede tra i suoi soci una maggioranza di under 35 con buona conoscenza dell’Inglese o di un’altra lingua comunitaria oltre all’Italiano, non avete da fare altro, per provare a vincere il nostro contest, che andare sulla pagina http://www.seedup.it/dall-idea-all-impresa-seconda-edizione, scaricare il bando completo della call, allegare i documenti necessari (se riuscite a preparare e inviarci anche un video pitch della durata massima di 3 minuti sarebbe ottimo) e incrociare le dita.

Una giornata al Suor Orsola Benincasa

La call si chiude il 15 novembre p.v. e il primo dicembre p.v. faremo sapere i nomi dei dieci finalisti. Ma la giornata al Suor Orsola Benincasa, cui hanno partecipato anche il Professor Paolo Ghionni Crivelli Visconti e il Pro-Rettore Mariavaleria del Tufo, è servita anche per far capire all’ampia platea di studenti presenti l’importanza, accanto a un’adeguata formazione teorica come quella che è in grado di fornire il corso di laurea in economia e green economy, dei finanziamenti e dei servizi che un acceleratore come SeedUp è in grado di attivare a favore dei progetti imprenditoriali più innovativi.

Facciamo crescere l’innovazione

Finanziamenti (sia di capitale di rischio, sia di debito) e servizi che consentono di colmare quel gap di capitali ed esperienze che troppo spesso contraddistingue ancora le imprese italiane, specie di nuova costituzione ed impegnate in attività innovative.

Nel ringraziare l’Università Suor Orsola Benincasa per l’ospitalità fornita e l’adesione in qualità di partner e sponsor al contest “Dall’Idea all’Impresa Green” a noi non resta che invitare tutti coloro che pensano di avere un’idea imprenditoriale di successo a proporcela, seguendo sul nostro sito, sui social e sulla stampa ogni ulteriore aggiornamento.

SeedUp lancia il contest Dall’Idea all’Impresa Green

SeedUp cerca idee innovative

SeedUp, l’acceleratore di idee, dopo il successo ottenuto lo scorso anno dalla prima edizione del contest “Dall’Idea all’Impresa”, annuncia l’apertura della nuova call “Dall’Idea all’Impresa Green”, anche grazie al supporto dei suoi partner e sponsor Ambiente Spa, Università Suor Orsola Benincasa e Italia Startup.

Il contest quest’anno è dedicato a startup e progetti imprenditoriali innovativi che riguardino tematiche legate alla green economy, che siano in grado di contribuire al benessere individuale e collettivo degli utilizzatori ed allo sviluppo economico, dell’occupazione e delle competenze dei territori dove essi si insidiano. Saranno esclusi progetti imprenditoriali contrari al buon senso.

C’è tempo sino al 15 novembre per candidarsi

E’ possibile partecipare al contest “Dall’Idea all’Impresa Green” fino alle ore 24:00 di mercoledì 15 novembre p.v. compreso. Per candidarsi basta visitare il sito di SeedUp (all’indirizzo http://www.seedup.it/dall-idea-all-impresa-seconda-edizione), scaricare il bando del contest e compilare il kit di candidatura, allegando la documentazione richiesta.

Chi può partecipare

Possono partecipare al contest sia startup costituite dopo il primo gennaio 2015 con sede legale e/o operativa in Italia, sia team informali, non costituiti in società, purché in caso di vittoria ci sia un dichiarato e formale impegno a costituire un soggetto societario giuridicamente riconosciuto e iscritto negli appositi albi, sia infine imprese con soci in prevalenza tra i 18 e i 35 anni (non compiuti entro la data di chiusura del bando, 15 novembre 2017) e buona conoscenza della lingua inglese o di un’altra lingua europea oltre l’italiano.

10 mila euro in premio nella Elevator Pitch Competition finale

La selezione dei migliori progetti avverrà entro il primo dicembre, mentre l’Elevator Pitch Competition si terrà il 15 dicembre 2017 alla presenza di una giuria e di una platea composta oltre che da rappresentanti di SeedUp e dei suoi partner di startupper, imprenditori, giornalisti ed esperti del settore.

Al vincitore del contest “Dall’Idea all’Impresa Green” andrà un seed in cash e service di 10 mila euro, rappresentato da un percorso di accelerazione organizzato da SeedUp in base alle esigenze specifiche del vincitore che potrà così usufruire di servizi ad alto valore aggiunto, di attività di tutorship continuativa e servizi tecnici e di consulenza, oltre che di assistenza per l’accesso a finanziamenti, attività di networking con investitori, imprenditori e professionisti specializzati nel mercato di riferimento del progetto.

Alberto Celentano nella giuria di Startcup Campania

In questi giorni il Ceo di SeedUp, Alberto Celentano, è stato invitato a far parte della giuria dell’edizione 2017 di Startcup Campania, invito che il nostro amministratore ha accettato con l’entusiasmo che sempre lo contraddistingue quando si tratta di potersi confrontare con altri attori del settore italiano delle startup e dell’innovazione.

Premio per l’innovazione

Per quei pochi che non lo sapessero Startcup Campania è il premio per l’innovazione promosso dalle Università campane e finalizzato a mettere in gara tra loro i migliri team che abbiano elaborato idee imprenditoriali basate sulla ricerca e l’innovazione. Lo scopo di questa vera e propria business plan competition è sostenere la ricerca e l’innovazione tecnologica finalizzata allo sviluppo economico e alla nascita di imprese ad alto contenuto di conoscenza.

In arrivo anche nuovo contest

Una finalità che si sposa perfettamente con la mission di SeedUp, l’acceleratore di idee che già lo scorso anno ha da parte sua contribuito alla promozione dell’innovazione e delle nuove idee imprenditoriali attraverso la prima edizione del contest “Dall’idea all’impresa”, evento che tornerà rinnovato anche quest’anno (ulteriori informazioni a breve su questo stesso sito e su tutti i nostri social).

In bocca al lupo ai partecipanti a Startcup Campania

Per il momento in bocca al lupo ad Alberto e a tutti i membri della giuria di Startcup Campania, oltre che, naturalmente, agli startupper che si sfideranno per cercare di aggiudicarsi una delle quattro tipologie di premi previste (ulteriori informazioni su Startcup Campania sono disponibili al link: http://www.startcupcampania.unina.it)

Anche la stampa scopre le mini imprese

La stampa italiana scopre le mini imprese: la finale regionale della Campania dell’iniziativa “Impresa in azione”, ospitato presso la sede della Fondazione Banco di Napoli (in via dei Tribunali, a Napoli) e organizzato da JA-Junior Achievement, la più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata all’educazione economico-imprenditoriale nella scuola, con l’aiuto oltre che della stessa Fondazione Banco di Napoli di Meridonare e SeedUp, l’acceleratore di idee, ha avuto un buon eco sulla stampa italiana.

I vincitori di Impresa in azione

I vincitori della finale sono stati gli studenti del Liceo Scientifico Vittorio Imbriani, di Pomigliano d’Arco, che hanno proposto il servizio Wefood, una app che fa da tramite tra la piccola distribuzione alimentare e gli enti caritatevoli che distribuiscono cibo ai bisognosi. Un modello di business che è piaciuto alla giuria (di cui faceva parte anche il nostro amministratore delegato, Alberto Celentano) ma anche a giornali come Il Mattino di Napoli o siti di economia come Soldiweb e Bluerating che hanno dedicato spazio all’iniziativa e alle mini imprese messesi in luce in finale.

I vincitori di Next Start-up

Accanto alla classifica della finale regionale di “Impresa in azione”, Meridonare e SeedUp hanno inoltre offerto il premio Next Start-up” selezionando, nell’ordine, Wefood, Puffed Up Ja (del Liceo Scientifico Giovanni da Procida, di Salerno) e Moliseed Ja (dell’Isis Boccardi di Campobasso, proponente un innovativo vassoio con bicchiere telescopico incorporato). Per queste tre mini imprese Meridonare realizzerà una campagna di crowdfunding, mentre SeedUp valuterà eventuali percorsi di accelerazione, con l’obiettivo comune di provare a trasformare i progetti selezionati in startup.

SeedUp partecipa a EnergyMed

Si è tenuta ieri, presso la Mostra d’Oltremare, a Napoli, nell’ambito di EnergyMed, una interessante giornata dedicata alla green economy, alle startup e Pmi innovative, al riciclo e riutilizzo di materie prime secondarie, ai temi dell’economia circolare.
 
SeedUp era presente, invitata a partecipare dall‘Università degli Studi di Suor Orsola Benincasa, per dialogare con gli altri relatori e col pubblico presente in sala e per illustrare il proprio team, i partner con cui sono state avviate collaborazioni, il proprio percorso di accelerazione di idee di business che abbiano la potenzialità per trasformarsi in startup, i risultati raggiunti finora e gli obiettivi che ci poniamo per il 2017.
 
Nella foto il dott. Luca Spoldi, presidente del Comitato tecnico scientifico (CTS) di SeedUp, illustra i partner con cui SeedUp in questi ultimi mesi ha avviato un rapporto di collaborazione, quali in particolare: Plus35.it, la piattaforma insurtech ideata da Daniele Zanini; la stessa Università agli Studi Suor Orsola Benincasa con cui intendiamo sviluppare il link tra studenti universitari e mondo delle startup e delle imprese; Meridonare, prima piattaforma di crowdfunding sociale meridionale che promuove le buone associazioni, assieme a cui vogliamo selezionare idee di business da promuovere attraverso campagne di crowd-fundraising; Green Geek, associazione no profit di Milano che mira allo sviluppo e alla gestione di progetti innovativi , prevalentemente in ambito green economy.
 
A tutti come sempre rinnoviamo l’invito di inviarci anche candidature spontanee tramite l’apposito modulo alla pagina http://www.seedup.it/raccontaci-la-tua-idea