8 giugno 2017 Luca Spoldi

Anche la stampa scopre le mini imprese

La stampa italiana scopre le mini imprese: la finale regionale della Campania dell’iniziativa “Impresa in azione”, ospitato presso la sede della Fondazione Banco di Napoli (in via dei Tribunali, a Napoli) e organizzato da JA-Junior Achievement, la più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata all’educazione economico-imprenditoriale nella scuola, con l’aiuto oltre che della stessa Fondazione Banco di Napoli di Meridonare e SeedUp, l’acceleratore di idee, ha avuto un buon eco sulla stampa italiana.

I vincitori di Impresa in azione

I vincitori della finale sono stati gli studenti del Liceo Scientifico Vittorio Imbriani, di Pomigliano d’Arco, che hanno proposto il servizio Wefood, una app che fa da tramite tra la piccola distribuzione alimentare e gli enti caritatevoli che distribuiscono cibo ai bisognosi. Un modello di business che è piaciuto alla giuria (di cui faceva parte anche il nostro amministratore delegato, Alberto Celentano) ma anche a giornali come Il Mattino di Napoli o siti di economia come Soldiweb e Bluerating che hanno dedicato spazio all’iniziativa e alle mini imprese messesi in luce in finale.

I vincitori di Next Start-up

Accanto alla classifica della finale regionale di “Impresa in azione”, Meridonare e SeedUp hanno inoltre offerto il premio Next Start-up” selezionando, nell’ordine, Wefood, Puffed Up Ja (del Liceo Scientifico Giovanni da Procida, di Salerno) e Moliseed Ja (dell’Isis Boccardi di Campobasso, proponente un innovativo vassoio con bicchiere telescopico incorporato). Per queste tre mini imprese Meridonare realizzerà una campagna di crowdfunding, mentre SeedUp valuterà eventuali percorsi di accelerazione, con l’obiettivo comune di provare a trasformare i progetti selezionati in startup.

Tagged: , , , ,